sabato 16 ottobre 2010

Nuova intestazione documenti ATMPP.

A partire da oggi, tutti i documenti di ATMPP avranno una veste grafica rinnovata:


Ispirati dall'intestazione dei documenti ATCEUC, abbiamo deciso insieme al Consiglio Direttivo Nazionale di affiancare al nostro logo il testo di una sentenza della Corte di Giustizia Europea che descrive il Controllo del Traffico Aereo, in questi termini:
"Air navigation control, […] is a task involving the exercise of public authority and is not of an economic nature, since that activity constitutes a service in the public interest which is intended to protect both the users of air transport and the populations affected by aircraft flying over them".
(Extract of decision C.364/92 of the European Court of Justice).
Siamo certi che i nostri colleghi innamorati di questo mestiere per quello che è apprezzeranno.

lunedì 11 ottobre 2010

Nuovo modulo per richiesta cambio turno.

La scrivente Sezione Locale, vista l'introduzione della nuova modulistica in oggetto, desidera esprimere alcune perplessità e osservazioni:
  • La nuova procedura richiede la compilazione di due distinti moduli per un singolo cambio tra due dipendenti; pur comprendendo che, a livello puramente amministrativo, trattasi tecnicamente di due cambi turno, riteniamo che tale meccanismo sia un inutile spreco di tempo e carta, nonché potenziale fonte di errori e fraintendimenti.
  • Appare assolutamente superflua la motivazione della richiesta di cambio turno.
  • Risulta inutilmente ripetitivo indicare due volte il turno oggetto del cambio sullo stesso modulo (per il richiedente e, subito dopo, per l'accettante).
  • Nel nuovo modulo si deve indicare solo il turno (M-P-N) dello spezzone che si chiede di cambiare, senza indicarne gli orari; un campo in meno da compilare, verissimo, ma l'indicazione degli orari era utile per discriminare un cambio a parità di ore da uno a differenza di ore.
Detto e considerato ciò, si chiede una revisione del modulo in oggetto, con le seguenti caratteristiche:
  • Possibilità di indicare nello stesso modulo sia la richiesta che l'accettazione del cambio per entrambi i lavoratori.
  • Possibilità di indicare più cambi tra i medesimi dipendenti in un unico modulo.
  • Eliminazione della motivazione della richiesta del cambio.
  • Eliminazione della ripetizione del turno oggetto del cambio.
Nell'attesa del modulo revisionato si chiede che venga ripristinata la precedente modulistica.
Inoltre, in un mondo che migra dal cartaceo al digitale, essendo il personale provvisto di account aziendale, si chiede che in una azienda così improntata all'innovazione e alla tecnologia quale è ENAV venga introdotta la possibilità di richiedere i cambi turno via posta elettronica.
Nella certezza di ricevere un celere e positivo riscontro alla presente, si porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

venerdì 1 ottobre 2010

Report Accordo 29/09/2010.

Nella data di ieri ha avuto luogo un incontro con la Locale Direzione a seguito della nostra richiesta convocazione sui turni ottobre-gennaio.
Dopo un'intensa trattativa, le parti hanno trovato convergenza nell'introduzione del concetto di “Numero di personale minimo presente sul log, per spezzone di turno, per linee di impiego”.
Tale valore rappresenta il numero minimo di CTA che, mattina e pomeriggio, devono essere sempre necessariamente presenti in turno; ogni eventuale assenza di personale, tale da intaccare tale valore, dovrà essere sostituita mediante l'istituto contrattuale della Reperibilità.
L'accordo introduce anche, dal lunedì al venerdì, la tanto inedita quanto desiderata presenza di un Supporto OJTI.
La posizione compatta di tutto il sindacato ha inoltre permesso far desistere l'azienda dall'introdurre un nuovo concetto di flessibilità, mediante un log non omogeneo per tutti i giorni della settimana.
Orgogliosi di aver introdotto un concetto così positivamente innovativo, riteniamo che il testo dell'accordo sia chiaro e intelligibile, tale da evitarne in futuro arbitrarie interpretazioni.
In tal senso vigileremo.

Questo comunicato è stato proposto da ATMPP alle altre sigle sindacali come documento unitario.
Purtroppo il contenuto e il tono utilizzato sono stati giudicati dagli altri sindacati come troppo “ruvidi” verso la Direzione e quindi non condivisibili.
Decisione legittima e “insindacabile”, anche se, secondo il nostro metro, eccessiva.
Purtroppo il “bon-ton” esasperato che costoro riservano a ENAV a noi non è concesso e nel loro comunicato non hanno potuto fare a meno di denigrare e sminuire il contributo che anche noi abbiamo portato al tavolo della trattativa.
Ognuno ha il diritto di scegliere a chi fare opposizione. NOI la facciamo all'ENAV.


SCARICA PDF