giovedì 9 settembre 2010

Report Riunione 8 Settembre 2010.

Ieri abbiamo avuto il consueto incontro con la Locale Direzione per l'illustrazione della pianificazione quadrimestrale dei turni.

Turni Ottobre '10 - Gennaio '11.
Ci è stata presentata una pianificazione quadrimestrale a 136h/30gg, più reperibilità (136h/30gg per chi ha rinunciato agli straordinari).
Tutti i settori non “notturni” (FMP incluso) saranno H16 (07-15 / 15-23), il che renderà molto più semplice trovare cambi a parità di ore.
Visto l'elevato numero di abilitati, le posizioni ETES ed ESEN saranno incluse nel turno EXE2, mentre la posizione PSEN sarà inclusa nel turno EXE1.

Log “flessibile” nel week-end...?
Statistiche alla mano, la Direzione ha comunicato che nei giorni di sabato e domenica i settori TES, TWS e MAR sono destinati a non aprire mai; pur avendo la facoltà di rimuovere tali settori dal layout invernale, inserendo equipaggi “Dispo” dal lunedì al venerdì, la Direzione preferisce mantenere lo stesso layout dello scorso inverno, ma con una novità.
Una volta pubblicati e consegnati i turni al personale, l'Impiego contatterà i colleghi impiegati nei suddetti settori (e relativi Relief, per un totale di 16 CTA al giorno) il sabato e la domenica, offrendo loro la possibilità (ovviamente facoltativa) di liberarsi quel turno, restituendolo in settimana.
In tal modo la Direzione conta di esaudire la maggiore domanda di ferie pervenuta, nonché di aumentare il numero degli addestramenti (che diventano 5+5 EXE2, 10+10EXE1 e 9PLN).
Riconoscendo che ogni lavoratore può gestire il proprio rapporto con l'Ufficio Impiego e i propri cambi turno come meglio preferisce, da organizzazione sindacale siamo obbligati a una seria riflessione.

Cui prodest...?
Chi ci guadagna? A tutti può far comodo un sabato o una domenica libera (anche se, d'inverno, chi mai non ha trovato un cambio?), ma a che prezzo?
In una situazione normale, per aumentare le ore lavorate in settimana bisognerebbe ricorrere al lavoro straordinario. Con questa “ottimizzazione” (cit. Direttore) si spostano invece degli spezzoni di turno ordinari dal week-end, a costo zero.
Ma tutto questo, come al solito, sarà possibile solo con l'accondiscendenza di 16 di noi. Ci conviene davvero...?

Come contare le ore del turno.
Ricordiamo a tutti che il monte orario ordinario individuale dovuto nel quadrimestre è di 554h (136+141+136+141) e che il turno potrà differire da tale valore di massimo 6h per ogni singolo mese e di massimo 6h nel quadrimestre.
Invitiamo tutti a verificare la corrispondenza del proprio turno con lo schema pubblicato nella bacheca dell'Impiego e a segnalarci eventuali difformità.
ERRATA CORRIGE!
IL MONTE ORARIO ORDINARIO INDIVIDUALE DOVUTO NEL QUADRIMESTRE E' DI 559H (141+136+141+141).

Nessun commento: