venerdì 16 aprile 2010

ATMPP pensa alle tue coronarie...!

In questo periodo di continue amarezze, siamo lieti di informarvi che, su nostra richiesta, la convenzione con la mensa SEA è stata aggiornata.
Con il buono pasto da 8,50€, sarà da oggi compreso nel menù, in aggiunta al frutto, anche il dessert!
Certi di aver fatto cosa gradita, suggeriamo una corretta igiene orale, ricordando che l'uso del filo interdentale è caldamente consigliato da tutti gli odontoiatri. ;o)

Per i soliti privi di senso dell'umorismo, il presente comunicato vuol solo portare a conoscenza della nuova convenzione, dato che qualcuno potrebbe essersi perso la relativa Circolare Interna.

SCARICA PDF

mercoledì 14 aprile 2010

Il PDR secondo noi.

Ieri ha avuto luogo la prima riunione convocata dall’Azienda sul Pdr 2009.

Dato che è sempre più folta la schiera dei nostri “portavoce non ufficiali”, essendo anche io presente ieri al tavolo, tengo a ribadire la posizione di ATMPP nero su bianco. Per eventuali differenze con quanto da altri riferito, ognuno può rivolgersi alla propria intelligenza e individuare, con un pizzico di buonsenso, il “movente” di tali comportamenti.

Come chiunque più esperto di me saprà, questa prima riunione, pur nella chiarezza di espressione manifestata da alcune sigle sindacali, è da ritenersi interlocutoria e propedeutica per il proseguo del comune lavoro.

ATMPP, consapevole del proprio importante ruolo all’indomani della firma del CCNL e del successivo accordo sul PDR, ritiene in questa fase di doversi spendere per cercare di mitigare gli effetti devastanti derivati dalla firma di un CCNL privo di accordi sul PDR.

Se la matematica non è un'opinione, il trend parte dai 18.500€ percepiti nel 2008 (quale PDR 2007), passando per i circa 13.000€ percepiti nel 2009 (quale PDR 2008), per giungere ai circa 8.000€ che verranno distribuiti nel 2010 (quale PDR 2009).

I soliti noti obietteranno che è colpa della crisi e del conseguente calo del traffico, ma c'è forse tra loro qualcuno capace di dimostrare un calo dell'ordine del 60% in due anni...???

Visto sotto questa luce, è palese quanto, a fronte di (relativamente) piccole differenze negative di volato, sia conseguito un calo del PDR assolutamente sproporzionato.

Se ancora qualcuno si chiede perché non firmammo il CCNL...

Chi oggi si erge a paladino della causa è tra i maggiori responsabili di questo scippo! La memoria è fresca e tutti sanno che solo grazie al rientro di ATMPP si è potuto ripristinare (dal 2010) un meccanismo simile al mitico “aggiungendum” da noi creato anni or sono.
Ma veniamo alla riunione di ieri. La posizione di ATMPP è netta e facilmente riassumibile:

  • Vista la ripresa già in corso (+4% nei primi tre mesi del 2010), chiediamo che l’Azienda individui e distribuisca le ulteriori risorse economiche non previste.
  • Onde evitare che la Società si renda latitante domani, chiediamo di chiudere nella stessa partita sia la distribuzione del PDR 2009, sia la “spalmatura” dal 01/01/2011.
  • Chiediamo che la “spalmatura” sia una salarizzazione (nel superminimo!), valga per tutti i lavoratori (presenti E FUTURI) e sia omogenea a parità di abilitazione, a prescindere dall'ente di servizio.
  • Condividiamo la proposta UIL-T di individuare contestualmente i criteri (certi e definitivi) per la distribuzione delle parti variabili.
  • Chiediamo che ogni partita economica contribuisca sempre alla contrazione dei tempi di recupero della voce ”superminimo ristrutturazione salariale” per i neoassunti.

Questo è ciò che ATMPP vuole e ha chiesto al tavolo; ogni differente versione è da attribuirsi unicamente alla malafede di chi è troppo occupato a coltivare il proprio orticello per lavorare nell'interesse di tutti.

Federazione ATM-PP
Consiglio Direttivo Nazionale
Rinaldo Russo