sabato 16 ottobre 2010

Nuova intestazione documenti ATMPP.

A partire da oggi, tutti i documenti di ATMPP avranno una veste grafica rinnovata:


Ispirati dall'intestazione dei documenti ATCEUC, abbiamo deciso insieme al Consiglio Direttivo Nazionale di affiancare al nostro logo il testo di una sentenza della Corte di Giustizia Europea che descrive il Controllo del Traffico Aereo, in questi termini:
"Air navigation control, […] is a task involving the exercise of public authority and is not of an economic nature, since that activity constitutes a service in the public interest which is intended to protect both the users of air transport and the populations affected by aircraft flying over them".
(Extract of decision C.364/92 of the European Court of Justice).
Siamo certi che i nostri colleghi innamorati di questo mestiere per quello che è apprezzeranno.

lunedì 11 ottobre 2010

Nuovo modulo per richiesta cambio turno.

La scrivente Sezione Locale, vista l'introduzione della nuova modulistica in oggetto, desidera esprimere alcune perplessità e osservazioni:
  • La nuova procedura richiede la compilazione di due distinti moduli per un singolo cambio tra due dipendenti; pur comprendendo che, a livello puramente amministrativo, trattasi tecnicamente di due cambi turno, riteniamo che tale meccanismo sia un inutile spreco di tempo e carta, nonché potenziale fonte di errori e fraintendimenti.
  • Appare assolutamente superflua la motivazione della richiesta di cambio turno.
  • Risulta inutilmente ripetitivo indicare due volte il turno oggetto del cambio sullo stesso modulo (per il richiedente e, subito dopo, per l'accettante).
  • Nel nuovo modulo si deve indicare solo il turno (M-P-N) dello spezzone che si chiede di cambiare, senza indicarne gli orari; un campo in meno da compilare, verissimo, ma l'indicazione degli orari era utile per discriminare un cambio a parità di ore da uno a differenza di ore.
Detto e considerato ciò, si chiede una revisione del modulo in oggetto, con le seguenti caratteristiche:
  • Possibilità di indicare nello stesso modulo sia la richiesta che l'accettazione del cambio per entrambi i lavoratori.
  • Possibilità di indicare più cambi tra i medesimi dipendenti in un unico modulo.
  • Eliminazione della motivazione della richiesta del cambio.
  • Eliminazione della ripetizione del turno oggetto del cambio.
Nell'attesa del modulo revisionato si chiede che venga ripristinata la precedente modulistica.
Inoltre, in un mondo che migra dal cartaceo al digitale, essendo il personale provvisto di account aziendale, si chiede che in una azienda così improntata all'innovazione e alla tecnologia quale è ENAV venga introdotta la possibilità di richiedere i cambi turno via posta elettronica.
Nella certezza di ricevere un celere e positivo riscontro alla presente, si porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

venerdì 1 ottobre 2010

Report Accordo 29/09/2010.

Nella data di ieri ha avuto luogo un incontro con la Locale Direzione a seguito della nostra richiesta convocazione sui turni ottobre-gennaio.
Dopo un'intensa trattativa, le parti hanno trovato convergenza nell'introduzione del concetto di “Numero di personale minimo presente sul log, per spezzone di turno, per linee di impiego”.
Tale valore rappresenta il numero minimo di CTA che, mattina e pomeriggio, devono essere sempre necessariamente presenti in turno; ogni eventuale assenza di personale, tale da intaccare tale valore, dovrà essere sostituita mediante l'istituto contrattuale della Reperibilità.
L'accordo introduce anche, dal lunedì al venerdì, la tanto inedita quanto desiderata presenza di un Supporto OJTI.
La posizione compatta di tutto il sindacato ha inoltre permesso far desistere l'azienda dall'introdurre un nuovo concetto di flessibilità, mediante un log non omogeneo per tutti i giorni della settimana.
Orgogliosi di aver introdotto un concetto così positivamente innovativo, riteniamo che il testo dell'accordo sia chiaro e intelligibile, tale da evitarne in futuro arbitrarie interpretazioni.
In tal senso vigileremo.

Questo comunicato è stato proposto da ATMPP alle altre sigle sindacali come documento unitario.
Purtroppo il contenuto e il tono utilizzato sono stati giudicati dagli altri sindacati come troppo “ruvidi” verso la Direzione e quindi non condivisibili.
Decisione legittima e “insindacabile”, anche se, secondo il nostro metro, eccessiva.
Purtroppo il “bon-ton” esasperato che costoro riservano a ENAV a noi non è concesso e nel loro comunicato non hanno potuto fare a meno di denigrare e sminuire il contributo che anche noi abbiamo portato al tavolo della trattativa.
Ognuno ha il diritto di scegliere a chi fare opposizione. NOI la facciamo all'ENAV.


SCARICA PDF

martedì 28 settembre 2010

martedì 14 settembre 2010

Quanto ci conviene collaborare...?

Come vi abbiamo riportato nel report dei prossimi turni invernali, è intenzione della Direzione spostare, da sabato/domenica a un giorno infrasettimanale, i CTA ETES, PTES, REL-TES, ETWS, PTWS, REL-TWS, MAR e ARR-REL4.
Tale procedura necessita del consenso del lavoratore interessato; qualora i suddetti non fossero disposti a concedere tale spostamento, l'Impiego lo chiederà agli altri colleghi della giornata; se nessuno dovesse dare la disponibilità, il log uscirà normalmente con tutte le posizioni coperte.

Due conti...
Da Ottobre a Gennaio avremo 18 sabati e 18 domeniche.
Le posizioni operative definite “superflue” dalla Direzione sono 8, tutte H16, per un totale di 128h al giorno e 256h a w-e.
Stiamo quindi parlando di un totale di 4.608 ore ordinarie, spostate da un giorno all'altro per coprire le necessità operative, di ferie, di addestramento.
Evitando di programmarle come lavoro straordinario, si ottiene un risparmio di circa 390.000 €, in media 1.700 € per ogni EXE e 1.500 € per ogni PLN.

Chi ci guadagna...?
Ricordiamo a tutti che questa “flessibilità”, anzi “ottimizzazione” (cit. Direttore) è una NECESSITA' AZIENDALE, NON DEL PERSONALE.
Siamo turnisti, pagati per lavorare il sabato e la domenica e abituati a farlo; se proprio abbiamo bisogno di liberarci un giorno, non abbiamo mai avuto problemi ad aiutarci tra noi con i cambi. Quindi, a parer nostro, collaborare con questa iniziativa porta vantaggio solo all'Azienda.
Ognuno è libero di scegliere se collaborare; ma più non di lamentarsi però.

SCARICA PDF

giovedì 9 settembre 2010

Report Riunione 8 Settembre 2010.

Ieri abbiamo avuto il consueto incontro con la Locale Direzione per l'illustrazione della pianificazione quadrimestrale dei turni.

Turni Ottobre '10 - Gennaio '11.
Ci è stata presentata una pianificazione quadrimestrale a 136h/30gg, più reperibilità (136h/30gg per chi ha rinunciato agli straordinari).
Tutti i settori non “notturni” (FMP incluso) saranno H16 (07-15 / 15-23), il che renderà molto più semplice trovare cambi a parità di ore.
Visto l'elevato numero di abilitati, le posizioni ETES ed ESEN saranno incluse nel turno EXE2, mentre la posizione PSEN sarà inclusa nel turno EXE1.

Log “flessibile” nel week-end...?
Statistiche alla mano, la Direzione ha comunicato che nei giorni di sabato e domenica i settori TES, TWS e MAR sono destinati a non aprire mai; pur avendo la facoltà di rimuovere tali settori dal layout invernale, inserendo equipaggi “Dispo” dal lunedì al venerdì, la Direzione preferisce mantenere lo stesso layout dello scorso inverno, ma con una novità.
Una volta pubblicati e consegnati i turni al personale, l'Impiego contatterà i colleghi impiegati nei suddetti settori (e relativi Relief, per un totale di 16 CTA al giorno) il sabato e la domenica, offrendo loro la possibilità (ovviamente facoltativa) di liberarsi quel turno, restituendolo in settimana.
In tal modo la Direzione conta di esaudire la maggiore domanda di ferie pervenuta, nonché di aumentare il numero degli addestramenti (che diventano 5+5 EXE2, 10+10EXE1 e 9PLN).
Riconoscendo che ogni lavoratore può gestire il proprio rapporto con l'Ufficio Impiego e i propri cambi turno come meglio preferisce, da organizzazione sindacale siamo obbligati a una seria riflessione.

Cui prodest...?
Chi ci guadagna? A tutti può far comodo un sabato o una domenica libera (anche se, d'inverno, chi mai non ha trovato un cambio?), ma a che prezzo?
In una situazione normale, per aumentare le ore lavorate in settimana bisognerebbe ricorrere al lavoro straordinario. Con questa “ottimizzazione” (cit. Direttore) si spostano invece degli spezzoni di turno ordinari dal week-end, a costo zero.
Ma tutto questo, come al solito, sarà possibile solo con l'accondiscendenza di 16 di noi. Ci conviene davvero...?

Come contare le ore del turno.
Ricordiamo a tutti che il monte orario ordinario individuale dovuto nel quadrimestre è di 554h (136+141+136+141) e che il turno potrà differire da tale valore di massimo 6h per ogni singolo mese e di massimo 6h nel quadrimestre.
Invitiamo tutti a verificare la corrispondenza del proprio turno con lo schema pubblicato nella bacheca dell'Impiego e a segnalarci eventuali difformità.
ERRATA CORRIGE!
IL MONTE ORARIO ORDINARIO INDIVIDUALE DOVUTO NEL QUADRIMESTRE E' DI 559H (141+136+141+141).

mercoledì 8 settembre 2010

Addestramento del personale operativo.

Visto l'imminente inizio delle sessioni autunnali, considerate le modalità con cui in passato abbiamo visto svolgere l'attività in oggetto, in relazione alla normativa vigente applicabile in merito, la scrivente Federazione chiede alla Locale Direzione delucidazioni ufficiali sui seguenti interrogativi:
  • Può un Istruttore Operativo addestrare più allievi contemporaneamente nello stesso spezzone di turno operativo?
  • Può ad un Istruttore Operativo con addestrando PLN essere assegnata in turno operativo una posizione EXE? E, in tal caso, come ci si aspetta possa essere eseguito l'addestramento?
  • Può un Supervisore Operativo ricoprire il ruolo di esaminatore in commissione d'esame durante l'esercizio della funzione di Supervisore in turno?
  • Essendo la continuità dell'Addestramento elemento di primaria importanza per la positiva e rapida riuscita dello stesso, quali priorità vengono valutate nel deciderne l'interruzione per impiegare l'allievo in turno nell'abilitazione posseduta? Più precisamente, è politica aziendale ufficiale preferire l'impiego dell'addestrando nell'abilitazione posseduta rispetto all'impiegare in sua vece un collega in prestazione straordinaria?
  • Necessitando l'addestramento operativo anche di tempo dedicato al brefing/debriefing e a colloqui Istruttore/Allievo, come si concilia il ruolo di Istruttore Operativo con il turno del CTA col minimo riposo contrattualmente previsto ?
Certa di un celere e positivo accoglimento della presente, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

domenica 29 agosto 2010

Richiiesta terza linea Supervisori

Le scriventi OO.SS.LL., considerati gli ulteriori impegni che nell’immediato futuro con
l’entrata a regime dell’UCS i CTA Supervisori dovranno affrontare, nonché i notevoli vantaggi operativi derivanti da una ulteriore figura che coordini e supervisioni l’attività in S.O., richiedono che venga istituita anche a MI ACC la terza linea Supervisori.
Certi di un pronto riscontro si porgono distinti saluti.

SCARICA PDF

Richiesta convocazione per UTP e check di competenza

Le scriventi OOSSLL chiedono urgente convocazione per ricevere delucidazioni riguardo l'introduzione dell'Unit Competence Scheme e le modalità di svolgimento dei previsti check di competenza teorici e pratici.
Certe di un celere e positivo accoglimento della presente, porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

mercoledì 25 agosto 2010

Nuova composizione Consiglio Locale.

La Sezione Locale ATMPP comunica con la presente che, a seguito delle dimissioni del rappresentante Risiti Ciro, a partire dalla data odierna il Consiglio Locale rimane così composto:

  • Rinaldo Russo (RSA)
  • Stefano Garfagnini
  • Marco Alfano
  • Fabrizio Scomparin
  • Paolo Marzano
  • Antonio Marino
SCARICA PDF

venerdì 2 luglio 2010

Come calcolare le ore 2009

Come già annunciato, il computo delle ore rese nel 2009 è finalmente stato recapitato ai singoli enti.
Consigliamo a tutti di eseguire autonomamente il calcolo delle proprie ore prima di andare a firmarle per accettazione.
Le ore operative ordinarie dovute ogni anno dal singolo CTA sono 1.654; il Recurrent Training è a tutti gli effetti orario operativo ordinario; ogni ora eccedente tale cifra (tranne quelle evidenziate come straordinario sul turno e pagate mese per mese) viene retribuita come lavoro straordinario.
Per calcolare il proprio monte orario andate all'Impiego e fatevi stampare tutti i 12 turni coinvolti, nel nostro caso da Febbraio 2009 a Gennaio 2010.
E il mese di Genaio 2009? Sparito! Hanno deciso di contarle così...
Una volta ottenuto il totale delle ore lavorate (Recurrent Training incluso), sottraete 1.654. Il numero ottenuto sono le ore che vi devono essere pagate come straordinario.
Se vi viene un numero negativo, significa che siete in debito di ore e vi verrà chiesto come preferite renderle.
Riguardo al mese “fantasma” di Gennaio 2009, suggeriamo a chi dovesse essere penalizzato da questo metodo di calcolo di contestarlo. Se ad esempio avete lavorato più ore a Gennaio 2009 rispetto a Gennaio 2010 vi stanno scippando le ore di differenza. Per un EXE sono 85 € l'una!

Chiudiamo spronando tutti i lavoratori a fare pressione sui rispettivi rappresentanti sindacali affinchè questa assurda gestione dell'orario di lavoro trovi una soluzione a livello nazionale.
Vi pare accettabile che le ore lavorate a Gennaio 2009 vengano pagate (se andrà bene...) ad Agosto 2010...? Vi sembra normale...?
Se tutto gira intorno a questa benedetta quadrimestralità dei turni, perché gli straordinari non possono essere pagati quadrimestralmente...?

SCARICA PDF

giovedì 1 luglio 2010

Report Riunione 30/06/2010

Il giorno 30 giugno, dopo richiesta di convocazione presentata congiuntamente agli altri sindacati, siamo stati ricevuti dalla Direzione. Di seguito quanto emerso dal confronto.

Esaustività nel giorno festivo.

Pare che da un non meglio precisato momento tra febbraio e marzo 2010 l’azienda abbia unilateralmente deciso di non corrispondere le maggiorazioni orarie contrattualmente previste in caso di esaustività.

La mancata informazione ai lavoratori di tale decisione rende possibile una richiesta di corresponsione di tali cifre, ma a livello nazionale, non essendo il provvedimento imputabile alla locale Direzione.

In attesa di ulteriori informazioni in merito informiamo tutti i lavoratori del Centro che vogliano esaustivizzarsi durante un giorno festivo e durante un turno domenicale estivo che perderanno 1/8 (o 1/7) della maggiorazione festiva/domenicale prevista.

Mancata chiamata in reperibilità del personale.

Unica sigla sindacale a coinvolgere al confronto la Direzione su questo argomento (che ricordiamo era oggetto di richiesta incontro collettiva) è stata ATMPP.

Abbiamo fatto notare come la mancata chiamata in reperibilità del personale in caso di una o più assenze sul log possa comportare l’impossibilità ad aprire dei settori, alleggerendo di conseguenza il carico di lavoro dei settori adiacenti.

Abbiamo altresì fatto notare come questo modo di operare “al limite” stia scricchiolando, visti i sempre più frequenti casi di carichi, seppur (sostiene la Direzione) regolari nell'ora, decisamente faticosi nei 20 minuti.

La Direzione ha risposto fermamente che mai nessun carico applicato di settore è stato oltrepassato (stiamo comunque aspettando che ci vengano consegnati i dati di traffico che abbiamo richiesto) e che anche nel pomeriggio del giorno 06 Giugno il personale a disposizione per aprire “settori di alleggerimento” c'era.

La nostra posizione è chiara: non rimpiazzando il personale assente con i reperibili, basandosi sulle “reali esigenze di servizio”, rischia di venire meno la possibilità di affrontare situazioni impreviste (temporali, emergenze, picchi di flusso improvvisi, come successo il 6 Giugno...) disponendo la sala operativa in configurazione massima.

Sebbene secondo CISL e UGL stessimo percorrendo una strada sbagliata (per non dire “pericolosa”...) per ottenere l’utilizzo dell’istituto della reperibilità, siamo convinti che l'immobilismo e l'appiattimento sulle posizioni aziendali non possa essere una valida alternativa.
La Direzione si è comunque impegnata ad una “maggiore attenzione” nell’analisi dell’effettivo bisogno della chiamata del personale reperibile. Una promessa che suona già al momento di essere pronunciata come una chimera...

Addestramenti.

A margine della riunione la Direzione ha comunicato l’intenzione di professionalizzare il seguente numero di CTA a partire dal 27 settembre 2010.

Verranno formati:

  • 3 PLN (più altri 6 da Gennaio 2011).
  • 10 EXE1, in due scaglioni da 5 (più altri 5 da Gennaio 2011).
  • 3 EXE2 (più altri 6 da Gennaio 2011).

ATMPP si è detta soddisfatta nei numeri purché ad un minor numero di addestramenti corrisponda una maggiore qualità negli stessi.

Il nostro concetto di “qualità degli addestramenti” sarà a breve oggetto di altro comunicato.

Pagamento ore operative rese nel 2009.

La Direzione ha comunicato di aver ricevuto da Roma il resoconto delle ore operative rese dal personale nel 2009. Ora la Direzione effettuerà una verifica della correttezza del conteggio e successivamente chiamerà il personale all'accettazione del medesimo.

Sebbene siamo felici che si intraveda un barlume di speranza nella faccenda, restiamo affascinati dall'intero meccanismo:

  • Tizio striscia il badge e il sistema registra automaticamente le ore.
  • L'Impiego ci conta le ore mese per mese, quadrimestre per quadrimestre.
  • Le ore così controllate vengono mandate a Roma.
  • Roma le rimanda a Milano (dopo averle controllate/modificate?).
  • Milano le ricontrolla e, se non riscontra anomalie, chiede a Tizio di metterci la firma.

Meraviglioso... Nel 2010...!!!

Dato che domani 01 Luglio parte inizia le ferie estive il secondo scaglione di personale, considerando che non sarà quindi possibile far firmare le ore al suddetto personale prima del 21 Luglio, le speranze di vedere il tanto agognato accredito del ruolo paga di Luglio ognuno può immaginarle da sé.

Ottima mossa ENAV. Ci hai fregati di nuovo.

“E se si lamentano?”

“Date la colpa al GESPER.”

SCARICA PDF

mercoledì 23 giugno 2010

Richiesta convocazione

La scrivente Federazione, a seguito del mancato riscontro alla richiesta inoltrata in data 14 Giugno 2010, ribadisce la richiesta di essere urgentemente convocata in merito alla gestione tattica delle quotidiane e fisiologiche assenze del personale operativo dal log giornaliero.
Nel porgere distinti saluti, coglie l'occasione per ricordare che un trasparente confronto è elemento fondamentale per il mantenimento di serene e proficue relazioni industriali.

Richiesta documentazione

La scrivente Federazione,nell'ambito del diritto d'informazione sancito dall'art. 9 del CCNL in vigore, chiede copia della documentazione riguardante il personale impiegato, la gestione delle assenze e i dati di traffico divisi per singolo settore del 6 Giugno 2010.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Controlli Tossicodipendenze

Stiamo avviando una valutazione legale riguardo la legittimità del comportamento aziendale di inviare i lavoratori alle verifiche di tossicodipendenze nel giorno libero dal servizio.
Invitiamo pertanto tutti gli iscritti che abbiano già effettuato tale esame a segnalarlo ai Rappresentanti Locali.

Nuova RSA

La Sezione Locale ATMPP comunica con la presente che, a partire dalla data odierna, la carica di RSA sarà ricoperta da Rinaldo Russo.

Stefano Garfagnini continuerà comunque a ricoprire il ruolo di Membro del Consiglio Locale, che rimane così composto:

  • Rinaldo Russo (RSA)
  • Stefano Garfagnini
  • Marco Alfano
  • Fabrizio Scomparin
  • Ciro Risiti
  • Paolo Marzano
  • Antonio Marino

Si coglie l'occasione per porgere cordiali saluti.

SCARICA PDF

mercoledì 16 giugno 2010

AVVISO IMPORTANTE !

Nelle competenze del mese di Aprile, ai dipendenti che hanno usufruito dell'esaustività nel giorno festivo è stata erroneamente decurtata l'ora dallo stipendio.
L'Azienda ha già riconosciuto l'errore, pertanto invitiamo tutti a verificare l'eventuale storno nello statino e protocollare una richiesta scritta di compensazione.

SCARICA PDF

martedì 1 giugno 2010

Visite d’accertamento per tossicodipendenze

Le locali organizzazioni sindacali FIT CGIL, FILT CISL, UIL, UGL e ATM-PP chiedono al Direttore di Milano ACC che le visite di accertamento per le tossicodipendenze avvengano all’interno dell’orario di lavoro e non nel giorno libero dal servizio.
L’effettuazione dei test nei giorni liberi dal servizio non sono infatti previsti dalla normativa vigente e, di fatto, vista l’obbligatorietà dello stesso screening, considerato il lasso di minimo preavviso con cui viene avvisato il lavoratore, crea, in capo ai lavoratori stessi, una sorta di perenne reperibilità che impedisce ai dipendenti di pianificare serenamente la propria vita privata e familiare.
Certi della sua comprensione e disponibilità a non volere turbare la serenità del personale del Centro di Controllo,
porgiamo i nostri saluti.

venerdì 21 maggio 2010

Diffida Legale

Appreso che la Locale Direzione, come Enav tutta, ha disposto quale modalità di accertamento delle tossicodipendenze l'invio del dipendente a visita presso RFI nel giorno in cui questi risulti libero dal servizio, le OOSSLL hanno disposto una Diffida Legale, la quale avrà tutte le conseguenze giuridicamente previste nel caso in cui tale atteggiamento dovesse perpetrarsi.

Sottolineiamo, a scanso di equivoci, che la suddetta Diffida non costituisce comunque per il dipendente esonero dall'accertamento in quanto pianificato in giorno libero.

giovedì 20 maggio 2010

Impiego del personale in addestramento

La scrivente Federazione, avendo l'impiego in linea operativa di personale in iter addestrativo caratterizzato anche la sessione 2009/2010, chiede convocazione con la Locale Direzione affinché si stabilisca che, a partire dalla prossima sessione addestrativa, il personale in addestramento venga tolto dall'organico a disposizione dell'Ufficio Impiego per la compilazione del log giornaliero.
Certa di un celere e positivo accoglimento della presente, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

giovedì 13 maggio 2010

Report Riunione 13/05/2010

Oggi abbiamo avuto un incontro con la Locale Direzione per la consueta illustrazione della pianificazione quadrimestrale dei turni.

Turni Giugno-Settembre 2010.
Ci è stata presentata una pianificazione quadrimestrale a 144h/30gg, più reperibilità (136h/30gg per chi ha rinunciato agli straordinari).
Ricordiamo a tutti che il monte orario ordinario individuale dovuto nel quadrimestre è di 554h (136+141+141+136) e che il turno potrà differire da tale valore di massimo 6h per ogni singolo mese e di massimo 6h nel quadrimestre.
Invitiamo tutti a verificare la corrispondenza del proprio turno con lo schema pubblicato nella bacheca dell'Impiego e a segnalarci eventuali difformità.

venerdì 16 aprile 2010

ATMPP pensa alle tue coronarie...!

In questo periodo di continue amarezze, siamo lieti di informarvi che, su nostra richiesta, la convenzione con la mensa SEA è stata aggiornata.
Con il buono pasto da 8,50€, sarà da oggi compreso nel menù, in aggiunta al frutto, anche il dessert!
Certi di aver fatto cosa gradita, suggeriamo una corretta igiene orale, ricordando che l'uso del filo interdentale è caldamente consigliato da tutti gli odontoiatri. ;o)

Per i soliti privi di senso dell'umorismo, il presente comunicato vuol solo portare a conoscenza della nuova convenzione, dato che qualcuno potrebbe essersi perso la relativa Circolare Interna.

SCARICA PDF

mercoledì 14 aprile 2010

Il PDR secondo noi.

Ieri ha avuto luogo la prima riunione convocata dall’Azienda sul Pdr 2009.

Dato che è sempre più folta la schiera dei nostri “portavoce non ufficiali”, essendo anche io presente ieri al tavolo, tengo a ribadire la posizione di ATMPP nero su bianco. Per eventuali differenze con quanto da altri riferito, ognuno può rivolgersi alla propria intelligenza e individuare, con un pizzico di buonsenso, il “movente” di tali comportamenti.

Come chiunque più esperto di me saprà, questa prima riunione, pur nella chiarezza di espressione manifestata da alcune sigle sindacali, è da ritenersi interlocutoria e propedeutica per il proseguo del comune lavoro.

ATMPP, consapevole del proprio importante ruolo all’indomani della firma del CCNL e del successivo accordo sul PDR, ritiene in questa fase di doversi spendere per cercare di mitigare gli effetti devastanti derivati dalla firma di un CCNL privo di accordi sul PDR.

Se la matematica non è un'opinione, il trend parte dai 18.500€ percepiti nel 2008 (quale PDR 2007), passando per i circa 13.000€ percepiti nel 2009 (quale PDR 2008), per giungere ai circa 8.000€ che verranno distribuiti nel 2010 (quale PDR 2009).

I soliti noti obietteranno che è colpa della crisi e del conseguente calo del traffico, ma c'è forse tra loro qualcuno capace di dimostrare un calo dell'ordine del 60% in due anni...???

Visto sotto questa luce, è palese quanto, a fronte di (relativamente) piccole differenze negative di volato, sia conseguito un calo del PDR assolutamente sproporzionato.

Se ancora qualcuno si chiede perché non firmammo il CCNL...

Chi oggi si erge a paladino della causa è tra i maggiori responsabili di questo scippo! La memoria è fresca e tutti sanno che solo grazie al rientro di ATMPP si è potuto ripristinare (dal 2010) un meccanismo simile al mitico “aggiungendum” da noi creato anni or sono.
Ma veniamo alla riunione di ieri. La posizione di ATMPP è netta e facilmente riassumibile:

  • Vista la ripresa già in corso (+4% nei primi tre mesi del 2010), chiediamo che l’Azienda individui e distribuisca le ulteriori risorse economiche non previste.
  • Onde evitare che la Società si renda latitante domani, chiediamo di chiudere nella stessa partita sia la distribuzione del PDR 2009, sia la “spalmatura” dal 01/01/2011.
  • Chiediamo che la “spalmatura” sia una salarizzazione (nel superminimo!), valga per tutti i lavoratori (presenti E FUTURI) e sia omogenea a parità di abilitazione, a prescindere dall'ente di servizio.
  • Condividiamo la proposta UIL-T di individuare contestualmente i criteri (certi e definitivi) per la distribuzione delle parti variabili.
  • Chiediamo che ogni partita economica contribuisca sempre alla contrazione dei tempi di recupero della voce ”superminimo ristrutturazione salariale” per i neoassunti.

Questo è ciò che ATMPP vuole e ha chiesto al tavolo; ogni differente versione è da attribuirsi unicamente alla malafede di chi è troppo occupato a coltivare il proprio orticello per lavorare nell'interesse di tutti.

Federazione ATM-PP
Consiglio Direttivo Nazionale
Rinaldo Russo

mercoledì 31 marzo 2010

Report Riunione 30/03/2010

Ieri si è tenuta la riunione con la locale Direzione, quale procedura di raffreddamento, inerente l’apertura della vertenza sindacale per i criteri distribuzione del PDR.
La Direzione ha preliminarmente dichiarato la propria incompetenza a trattare una materia di ordine nazionale.
Le locali RSA hanno eccepito che le proprie rimostranze devono necessariamente passare attraverso la locale Direzione, non essendo le stesse competenti a trattare direttamente un contenzioso nazionale ma, dato che il trattato nazionale siglato il 15 marzo 2010 inficia in “pejus” le condizioni di spartizione del PDR così come stabilito dal CCNL, allora le rappresentanze locali si sentono legittimate a contrastare un accordo che non può avere vigore di legge in quanto è precluso alle rappresentanze sindacali (nazionali o locali che siano) modificare in peggio le condizioni contrattuali, se non per evitare la riduzione dei posti di lavoro.
Per tale motivo, e per effetto dello stesso, le RSA di Milano procedono con la seconda fase della vertenza sindacale.
La Direzione, vista l’apertura della vertenza e la prosecuzione della stessa, ha dichiarato di non potere, vista la situazione conflittuale verificatasi, accordarsi al momento con le rappresentanze per il piano di smaltimento ferie - piano che avrebbe previsto l’utilizzo dello straordinario al fine di permettere un maggior numero di giorni di ferie fruite.
Infine, quanto alla richiesta di pianificazione dei cambi turno per il quadrimestre, la Direzione ha dato la disponibilità a concedere tale facoltà. Sarà quindi consentito fin d'ora presentare cambi turno fino a fine maggio.
Per finire: il settore TES non dovrebbe aprire fino al 12 aprile, senza che però ciò infici il turno già ricevuto.

SCARICA PDF

giovedì 25 marzo 2010

Report Riunione 24/03/2010.

Ieri pomeriggio abbiamo avuto un incontro con la Locale Direzione per avere illustrazione delle problematiche che hanno portato all’avaria radar del 17 Marzo e per trovare una definitiva convergenza riguardo ai criteri per la definizione delle graduatorie di accesso all’addestramento operativo.
- Avaria radar del 17/03/2010.

Non volendo annoiarvi con la descrizione dettagliata delle cause tecniche di quanto avvenuto, preso atto che il sistema non è vicino alla perfezione quanto vorremmo e ci si aspetterebbe, la Direzione si è resa disponibile a promuovere lo sviluppo e messa in linea in tempi celeri di un ulteriore sistema di emergenza basato sugli ultimi screenshots validi presentati dal sistema open, in modo da mantenere sempre e comunque (si spera...) quantomeno la “fotografia” dell’ultimo dato certo visualizzato.
Teniamo a ricordare che già nel Giugno 2009 ATMPP propose tale soluzione
Senza sminuire o sottovalutare quanto accaduto, la Direzione ha comunque voluto sottolineare che è ricca la cronistoria di malfunzionamenti non percepiti dagli operatori, perché tutto ha funzionato a dovere.
Sottolineando che nulla rassicurerebbe di più il personale che assistere ad una caduta del sistema con Fall-Back funzionante, abbiamo suggerito di illustrare tali eventi in uno dei prossimi continuous-training, in modo da restituirci, almeno in parte, quella fiducia negli apparati che è indispensabile per un sereno svolgimento di una professione che così pesantemente poggia sulla tecnologia.
A onor del vero va anche detto che, lo scorso 28 Dicembre, Roma ACC ha visto una caduta totale del sistema principale con perfetta efficienza del Fall-Back.
Pure nelle sfighe, a Roma va sempre un po’ meglio che a noi…

- Graduatorie di accesso all’addestramento.

Accantonata definitivamente l’opzione dell’applicazione retroattiva delle nuove norme, siamo riusciti a trovare convergenza su una normativa che, pur mantenendo prevalente il punteggio nella graduatoria ACS/RAD, riconosce anche in certa misura la professionalità acquisita negli anni già lavorati per Enav.
Viene introdotta anche una tempistica certa per la eventuale ripetizione di sessioni addestrative non conclusesi con l’abilitazione, con una sessione dedicata ad Ottobre e il limite massimo di un solo “ripetente” nelle altre sessioni.
Nel complesso possiamo ritenerci soddisfatti di una normativa finalmente chiara e soprattutto condivisa da tutti.

- Ferie pregresse del personale.

Abbiamo lamentato la mancata concessione di ferie al di fuori dei periodi “canonici”, evidenziando un notevole monte ferie pregresse (40.000 ore, solo per il 2008!); abbiamo inoltre fatto presente che a Roma ACC il problema è stato affrontato aggiungendo a tutti uno spezzone di turno straordinario ad Aprile e Maggio, in modo da poter concedere le ferie reclamate.
Non essendo l’argomento all’ordine del giorno, e necessitando la Direzione del benestare dell’Area Risorse Umane su questi temi, si è deciso di aggiornare la riunione a martedì prossimo, 30 Marzo, in modo da esperire anche il primo tentativo di conciliazione per la vertenza congiunta aperta due giorni fa.

Assemblea

Mercoledì 31 Marzo 2010, ore 11:00,
presso la Palazzina Addestramento,
si terrà una assemblea dei lavoratori alla presenza dei
Rappresentanti Nazionali FIT-CISL, UGL-T e ATMPP.

mercoledì 24 marzo 2010

Apertura Vertenza ai sensi della L.146/90 e s.m..

Le scriventi OO.SS.LL. visto l’accordo sul P.d.R. 2008 siglato tra ENAV e OO.SS.NN. in data 15 marzo 2010, intendono con la presente esprimere il forte disappunto per l’ingiusta sperequazione creata tra figure professionali della stessa azienda e di eguale qualifica impiegate su diverse Unità Produttive.
Per porre fine a tali ingiustificate differenze di trattamento si richiede che:
  • La situazione creatasi venga sanata con il riconoscimento a tutti gli ACC delle stesse quantità economiche relative al conguaglio del P.d.R. 2008.
  • La divisione del P.d.R. 2009 avvenga per omogeneità di abilitazione.
  • I carichi di lavoro negli ACC Italiani vengano ridistribuiti con una corretta assegnazione degli spazi aerei.
  • Si individuino dei criteri equi per la suddivisione delle parti mobili dei P.d.R. futuri.
In considerazione di quanto sopra esposto e di quanto chiesto, le OO.SS.LL. di Milano ACC intendono comunicare la formale apertura di vertenza e contestualmente richiedono un incontro urgente da considerarsi come prima fase della procedura di raffreddamento ai sensi della L.146/90 e s.m.
FILT-CGIL FIT-CISL UIL-T UGL-T ATMPP

sabato 20 marzo 2010

Allora siamo tutti colpevoli.

Confermata in appello la condanna per aver applicato la sola normativa tecnica.
Nell'invitare tutti ad una profonda riflessione riguardo alle responsabilità strettamente connesse alla nostra professione, rilanciamo la notizia diffusa da ANACNA riguardo il processo per l'incidente di Cagliari del 24/04/2004.
AUTORIZZARE L'AVVICINAMENTO A VISTA E' REATO*
La Corte d’Appello del Tribunale Penale di Cagliari, il 18 marzo ed in soli 100 minuti di udienza, ha pronunciato il verdetto per l’incidente aereo di Cagliari del 24 aprile 2004 confermando, di fatto, la condanna comminata nel primo grado di giudizio (3 anni ridotti a 2 per la scelta del rito abbreviato).
ANACNA rivolge un forte richiamo a tutti i Controllori del traffico aereo, civili e militari, che ogni giorno si impegnano con professionalità a garantire la sicurezza e l’efficienza dei migliaia di voli che solcano i cieli in Italia, a non concedere più alcuna autorizzazione al Visual approach, fino a quando non verrà fatta chiarezza sulla portata di questo inspiegabile verdetto.

*Mailing-list ANACNA, 19/03/2010.

mercoledì 17 marzo 2010

Meritocrazia “ad Entem”

Non è giusto quel che è giusto;
è giusto quel che conviene al più forte...
Ci è sempre stato detto che il PDR veniva suddiviso politicamente perché impossibile stabilire criteri oggettivi e condivisi per tutti gli enti italiani.
Le troppe variabili e le differenze da considerare (traffico, tariffe applicate in rotta e in terminale, complessità dell'area di servizio, spazi aerei regolamentati...) avrebbero certamente scatenato una “lotta al coefficiente” dannosa per tutti.
Come Sezione Locale non abbiamo mai nascosto la nostra contrarietà ad una suddivisione “meritocratica” del premio; non perché contrari alla meritocrazia o perché pensiamo che Milano ACC non sarebbe meritevole, ma per due motivi:
  • Non riteniamo materialmente possibile stabilire dei criteri di merito davvero equi ed oggettivi per tutti; per Milano può essere equo premiare la complessità del traffico, per Roma la quantità, per Padova (che ha i livelli più alti) il “fatturato” dell'ente. Chi ha “oggettivamente ragione”? Tutti e nessuno.
  • Quando c'è da dividere una torta, conta solo portarsi a casa la fetta più grossa, quindi alla fine gli enti “più forti” riuscirebbero a spuntare sempre qualcosa in più, indipendente da ogni ragionamento.

Oggi è capitato esattamente questo.

Per anni Milano è stata parificata a Roma, quale riconoscimento alle sempre altissime performances (spesso le più alte del Paese) rapportate alle dimensioni e alla complessità dell'area di servizio.

Stavolta, che la performance l'avrebbe fatta Roma, si è ritenuto giusto riconoscere qualcosa in più a chi ha fatto di più.

E' nostra intenzione fare di tutto perché chi è delegato a decidere si ravveda e comprenda l'ingiustizia che porta con sé il cambiare le regole nei momenti di crisi.

Chiediamo inoltre la garanzia che la divisione futura, inclusa la salarizzazione della parte fissa da gennaio 2011, avvenga con il metodo adottato fino a ieri.

Lettera Congiunta PDR 2008

Alle Segreterie Nazionali
Le scriventi Segreterie Locali, preso atto del verbale di accordo del 15 marzo 2010 riguardante la quota del PDR 2008, richiedono che i rispettivi Segretari Nazionali pianifichino a brevissimo termine un’assemblea congiunta a Milano ACC per spiegare agli iscritti le motivazioni che hanno determinato tale scelta.
Si richiede inoltre che venga valutata la possibilità di riconsiderare tale suddivisione e che, in occasione di tale incontro vengano da subito esplicitati in forma chiara ed anticipata i singoli intendimenti per le future suddivisioni dei premi prossimi venturi.

sabato 6 marzo 2010

Quanto è semplice la verità.

Graduatorie EXE: la nostra versione dei fatti.

Vista la situazione creatasi e i malumori generatisi, riteniamo doveroso dare la nostra versione dei fatti sulla vicenda delle graduatorie per l'addestramento. Lo faremo seguendo una semplice cronologia degli eventi.

  • 03/2007: si abilita CA il gruppo A.
  • 07/2007: si abilita CA il gruppo B.
  • 09/2007: i gruppo A e B vengono inviati insieme al corso ACS/RAD.
  • 02/2008: i gruppi A e B tornano dal corso ACS/RAD; della stessa graduatoria fanno parte anche Tizio e Caio, colleghi trasferiti dalle torri e iscritti ATMPP.
  • 02/2008: su indicazione degli stessi interessati, chiediamo alla Direzione che, per l'ordine di accesso all'addestramento PLN, la graduatoria del corso sia subordinata all'anzianità CA. Tizio e Caio sono naturalmente in coda ai due gruppi in quanto ancora da abilitare CA; la Direzione accetta; si abilitano i gruppi A e B e poi Tizio e Caio e nessuno ha nulla da obiettare.
  • 01/2010: mantenendo il suddetto metodo, inizia l'addestramento EXE per i primi 5 PLN del gruppo A; ancora nessuno ha nulla da obiettare.
  • 01/2010: la Direzione incarica i sindacati di presentare la bozza di una nuova normativa per l'accesso all'addestramento; le solite voci di corridoio insinuano che ATMPP voglia far passare avanti Tizio e Caio.
  • 01/2010: dopo lunga e sofferta mediazione, i sindacati presentano alla Direzione una bozza condivisa da tutti in cui l'anzianità di sede ha più peso della graduatoria del corso.
  • 02/2010: sempre secondo il vecchio metodo, ai successivi altri 4 PLN del gruppo A viene dato il turno per l'addestramento EXE; inspiegabilmente, pochi giorni dopo l'Impiego restituisce loro il vecchio turno, dicendo di “restare in standby”...
  • 02/2010: la Direzione convoca i sindacati per discutere la bozza; prima ancora che la Direzione arrivi, CISL e UGL criticano la bozza che il giorno prima avevano condiviso, sostenendo che “è più giusto” premiare la meritocrazia evidenziata dalla graduatoria del corso; arriva la Direzione e presenta le stesse argomentazioni. La Direzione comunica anche l'intenzione di introdurre le nuove regole da subito, variando così l'ordine di addestramento programmato fino ad allora.
  • 02/2010: ATMPP, pur di mantenere un fronte comune, accetta la linea della “meritocrazia by Enav” per le nuove regole ma, insieme a CGIL e UIL, si oppone categoricamente all'applicazione “retroattiva” sul gruppo che già in parte ha iniziato l'iter EXE. CISL ed UGL si dicono invece d'accordo con la Direzione nell'applicarle immediatamente.
  • 02/2010: i membri dei gruppi A e B firmano una petizione per chiedere che il loro addestramento segua l'ordine previsto con il vecchio metodo.
  • 03/2010: la Direzione accoglie le ragioni degli interessati e inserisce nuovamente in addestramento i 4 del gruppo A di cui sopra.
  • 03/2010: un rappresentante sindacale sparge in sala break la voce sottotraccia che in coda a questi 4 saranno inseriti Tizio e Caio, perché iscritti ATMPP. Falso, falso, falso! Chi diffama chi...?
  • 03/2010: UGL e CISL firmano un comunicato intitolato “Il Papocchio” in cui affermano di essere stati diffamati ed argomentano le loro ragioni.

Argomentiamo allora anche noi le nostre.

  • Ribadendo il nostro scetticismo nel considerare la graduatoria del corso ACS/RAD la cartina tornasole assoluta sul merito del singolo, rivendichiamo il senso di responsabilità dimostrato nell'aver accolto una normativa così diversa da quella da noi proposta; il nostro veto è sempre stato relativo solo all'applicazione immediata.
  • Riteniamo che la volontà di cambiare le regole fosse dovuta alla mera necessità di stringere i tempi in vista dell'estate: secondo la Direzione, i primi della graduatoria avrebbero dato maggiori garanzie in questo senso; secondo noi invece, se un allievo supera il corso è da considerarsi abile quanto gli altri, fino a prova contraria.
  • Pensiamo che cambiare le regole alle persone in corso d'opera sia profondamente scorretto nei confronti dei soggetti coinvolti e induca, come infatti è successo, malumori, sospetti e astio tra colleghi.
  • Appoggiare da sindacato una ingiustizia di questo genere, utile solo alla Direzione e contro la stessa volontà dei lavoratori coinvolti, rappresenta, per usare un eufemismo, un evidente passo falso.

“Ognuno ha diritto alle proprie idee”, anche a quelle che noi non condividiamo.Si può continuare a chiamarci populisti, opportunisti o bugiardi, ma chi era presente sa che le cose sono andate così. Da parte nostra non c’è stata sicuramente opera di diffamazione nei confronti di chicchessia, mentre i nostri due iscritti sono stati ingiustamente sospettati di accordi sottobanco o tornaconto personali, fino a compromettere i loro rapporti personali con alcuni colleghi. Vi pare accettabile?

Noi preferiamo criticare la Direzione, che a fronte dell’accettazione della normativa proposta aveva dato disponibilità ad addestrare 8 CTA mentre, di fronte al solo veto sulla data di applicazione, ha manifestato l’intenzione di addestrarne solo 4 fino a settembre. Come giudicare tale atteggiamento?

Nel “Papocchio”, se ci è consentito muovere una piccola critica agli amici delle altre sigle, non si dice che la Direzione aveva addirittura proposto di inserire 4 persone scelte col vecchio metodo e 4 col nuovo! Questo si che sarebbe stato un vero papocchio....

Quando la verità risulta fastidiosa, forse è perché il comportamento non è risultato gradito alla gente. Scaricare su altri la colpa dei propri errori è troppo facile.

venerdì 5 marzo 2010

Aggiornamento convenzione Mensa SEA.

La scrivente Federazione, essendo l'importo dei buoni pasto del personale ENAV aumentato nell'ultimo periodo da 6,46€ agli attuali 8,50€, chiede che la Locale Direzione si attivi con i preposti uffici SEA affinchè la convenzione in essere con la Mensa SEA venga aggiornata proporzionalmente.

Certa di un celere e positivo accoglimento della presente, porge cordiali saluti.

sabato 16 gennaio 2010

Report Riunione 14/01/2010.

Ieri abbiamo avuto un incontro con la Locale Direzione per la consueta illustrazione della pianificazione quadrimestrale dei turni. A seguire sono stati discussi altri argomenti, di seguito descritti.

Turni Febbraio-Maggio 2010.
Ci è stata presentata una pianificazione quadrimestrale a 136h/30gg, più reperibilità.
Nei soli mesi di Febbraio e Marzo il layout sarà privato dell'equipaggio TES, mentre nel mese di Maggio non effettueremo il Continuous Training, dedicando tutto il monte orario all'impiego operativo in sala controllo.
A Marzo verranno pianificate ulteriori 7h per la familiarizzazione alla futura nuova configurazione del settore CEN. Tali ore saranno retribuite in regime di Straordinario.
La Direzione ha assicurato che la pianificazione a 136h/30gg è comune a tutti e quattro gli ACC e che, nel caso in cui un altro Centro dovesse vedersi pianificare più ore, anche a Milano saranno pianificate le stesse ore.
Ricordiamo a tutti che il monte orario ordinario individuale dovuto nel quadrimestre è di 545h (127+141+141+136) e che il turno potrà differire da tale valore di massimo 6h. Invitiamo tutti a verificare tale rispondenza, nonché la presenza di almeno un week-end (sab-dom) libero al mese, e a non eccedere nei cambi turno a differenza oraria, per i motivi che ben sappiamo.
Segnaliamo inoltre che il 25 Aprile è Festività Coincidente; sarà quindi retribuita come giorno festivo a chi lavora e come giorno ordinario a chi è libero.

Addestramenti e blip-drivers.
Non è ancora stato deciso quanti CTA saranno avviati all'addestramento ACS (EXE), mentre c'è la chiara intenzione di formare quanti più nuovi ACP (PLN) possibile.
La graduatoria per l'inizio di tale iter addestrativo (ACP) sarà stilata in accordo a dei nuovi criteri in corso di discussione tra le OOSSLL e la Direzione, onde evitare il ripetersi di ambiguità interpretative vissute nel recente passato.
Visto il ristretto numero di CTA abili a ricoprire il ruolo di blip-driver alla palazzina Addestramento, abbiamo chiesto e ottenuto che altri colleghi vengano formati a tale ruolo, magari parallelamente all'addestramento FIC.
Abbiamo inoltre ottenuto un impegno formale dalla Direzione ad evitare per quanto possibile il ripetersi di quando avvenuto lo scorso anno, quando degli addestrandi EXE hanno dovuto intervallare il loro addestramento con giorni da blip-driver.

Monitor meteo settore WAN.
Abbiamo ribadito ancora una volta l'intollerabile situazione di perpetua avaria del sistema di veglia meteo del settore WAN, ottenendo l'intervento diretto della Direzione affinché venga messo in piena operatività. Nel momento in cui scriviamo i Tecnici vi stanno effettivamente lavorando.
Il Direttore ci ha inoltre informato che presto sarà inserito nel sistema operativo CDS2000 Open un tool che attiverà l'apertura di una finestra pop-up alla pubblicazione di messaggi meteo di fenomeni pericolosi per il volo, tool espressamente suggerito da noi con lettera del 22/11/2010.