giovedì 31 maggio 2007

Delucidazioni sulle ore operative

La direzione locale ha comunicato, nella riunione del 24/05/2007, la ferma volontà di fare rispettare a tutto il personale impiegato in linea operativa il limite di impiego orario mensile previsto dalla normativa in vigore.

Nei mesi di 30gg tale limite è fissato in 152h, in quelli di 31gg in 157h.

Chiunque si trovasse ad eccedere, nella ciclicità del proprio turno, le ore in un singolo mese, sarà soggetto a interventi sull’orario di lavoro volti alla risoluzione del problema.

Tale intervento, qualora la quantità oraria lo consentisse, sarà la completa eliminazione di un giorno di lavoro. Se invece le ore in eccedenza dovessero essere inferiori ad uno spezzone di turno, sarà richiesto al personale di ridurre l’ orario giornaliero in uno o più giorni. Se il personale interessato avesse invece usufruito di ferie orarie, queste ultime potrebbero non essere conteggiate nella decurtazione del totale ferie individuale, andando semplicemente a riportare al limite di impiego il totale mensile.

E’ stato però chiesto ed ottenuto che il personale che si dovesse trovare mensilmente a fronteggiare la situazione inversa, cioè trovandosi al di sotto del limite di impiego, possa, facoltativamente, avere sul proprio turno modifiche tese al recupero delle ore mancanti.

Ciò avverrebbe su richiesta dell’ufficio impiego con il medesimo principio di aggiunta di un turno intero o di ore singole. Resta inteso che in un turno intero si verrebbe impiegati in posizione, mentre nel caso di ore singole si sarebbe a disposizione della direzione. Questo perché la stessa ha indicato la possibilità che tali ore siano eventualmente utilizzate, sempre in prosecuzione del turno, per briefing o altro.

I rappresentanti locali sono a disposizione per ogni eventuale chiarimento o suggerimento in merito.

martedì 29 maggio 2007

Report Riunione 15/05/2007

Il giorno 15/05 si è svolto un incontro tra la locale direzione e le organizzazioni sindacali allo scopo di approfondire ed integrare quanto contenuto nell'accordo scaturito dalla riunione del 26/04 a Roma e successivamente sottoscritto a Milano.

Entro il mese di maggio saranno trasferite tre unità a Roma. La possibilità che anche a una quarta e una quinta venga riservato lo stesso trattamento è oggetto di valutazione da parte della direzione in base a considerazioni di carattere personale ed operativo.

Dal 1 luglio sarà inserito nella turnazione arrivi il supporto che, a meno di eccezionali situazioni contingenti, sarà riservato esclusivamente alla funzione di relief.

E’ stato concluso il periodo di valutazione e istruzione relativo al TWN e entro pochi giorni saranno formalizzate e pubblicate le modifiche definitive.

I criteri di invio ai corsi OJTI saranno oggetto quanto prima di un apposito incontro al fine di garantire la massima trasparenza nella scelta dei controllori interessati. Ciò si dovrà comunque verificare prima della fine dell’estate perché da ottobre sono previsti cinque corsi con l’ ovvia partecipazione del personale di Milano. In ogni caso, la direzione ha garantito che tali criteri saranno oggetto di standardizzazione a livello nazionale.

Su input della sede centrale sarà istituito il recurrent training. Si tratta di incontri istruzionali permanenti e periodici aventi come oggetto tecnologie disponibili, emergenze, contingenze operative, etc. L’attuazione è prevista dopo l’ estate ed è stato garantito che il trattamento economico relativo sarà omogeneo sull’intero territorio nazionale.

Appena possibile la direzione presenterà il programma relativo all’invio del personale ai corsi di inglese, anche e soprattutto in considerazione della scadenza prevista per il mese di marzo 2008 per l’ adeguamento di tutti i controllori ai livelli di standard richiesti.

E’ stato richiesto alla direzione di garantire, nel regime di reperibilità predeterminata, che nel log giornaliero figurino sempre dei disponibili in sostituzione dei reperibili. Questo per evitare che l’impiego totale del personale interessato lasci scoperte eventuali impreviste situazioni contingenti dell’ultimo minuto (es. malattie). Inoltre la direzione si è resa disponibile, dal 10 giugno, a venire incontro alle persone che per motivi personali preferissero restare reperibili. Di fatto i CTA interessati dovranno, di volta in volta, far pervenire al reparto impiego per iscritto tale richiesta. Nel caso in cui l’ufficio non ritenesse necessario il loro impiego per garantire ad esempio le ferie, li posizionerà sul log come reperibili anziché disponibili.

ENAV ha completato il lavoro relativo al VFR da presentare a ENAC e quanto prima i due enti si incontreranno per risolvere definitivamente i problemi relativi. Presumibilmente ciò avverrà già la settimana prossima.

Argomento particolarmente delicato affrontato durante l’ incontro è stato l’aumento dei carichi di settore. La locale direzione ha infatti informato le organizzazioni in merito, con i numeri che sono sotto riportati. Premesso che ciò rientra nelle piene facoltà aziendali, abbiamo espresso la nostra posizione. Rimarremo estremamente vigili sulle eventuali conseguenze e relative valutazioni derivanti, allo scopo di tutelare sempre e comunque la sicurezza dei lavoratori e dell’ utenza. Questi sono i numeri:

carichi-settore


Queste sono le condizioni operative:
- dalle 19 alle 23 acquisizione di parte del ctr di Garda fino a BSA;
- istituzionalizzazione della rotta SRN-TZO-CHI;
- utilizzo della rotta AKASU-VERCE;
- eliminazione comunicazione della frequenza del localizzatore di LIMC, trasferita sull’ATIS.

Ultimo argomento trattato, i criteri di valutazione del team coinvolto in eventi significativi. Premesso che nelle IPI saranno variati i compiti dei PLN SES e SWS, il personale abilitato EXE in tali posizioni divenute di loro esclusiva competenza, verrà valutato in caso di eventi come da abilitazione posseduta. Ciò significa che verrà valutata la loro azione eventualmente mancante a prevenzione dell’ evento stesso. A tal riguardo abbiamo espresso perplessità che ciò possa indurre il PLN a interferire eccessivamente con l’ operato dell’ EXE che deve invece godere di piena autonomia decisionale senza interferenza alcuna se non in caso di palese errore. La direzione ha sostenuto che si tratta solo di verificare per esempio che potenziali sitazioni di pericolo siano state segnalate in assenza di impegni pressanti per il PLN. Ciò sembra di difficile analisi anche in assenza di registrazioni ambientali e non potendo contare sempre sul pieno ricordo degli eventi da parte del personale interessato.. Staremo a vedere ed eventualmente approfondiremo di conseguenza.

Qui sotto il verbale della riunione:

pag.1 pag.3

Nuovo Consiglio Locale

A conclusione delle elezioni terminate in data 13 Maggio 2007, il nuovo Consiglio Locale di Milano di ATMPP risulta così composto:

Rinaldo Russo (RSA)
Sergio Buselli
Marco Lupo
Stefano Garfagnini
Paolo Marzano
Fabrizio Antonucci
Marco Alfano

Per la prima volta, la delegazione ATMPP (e non solo...) di Milano ha una rappresentanza composta unicamente da elementi che sono a Milano per restarci e non in attesa di essere trasferiti altrove.

Riteniamo che questo sia un valore aggiunto tutt'altro che marginale.

Questo blog sarà non solo una bacheca in cui affiggere tutte le nostre iniziative, ma piuttosto una bacheca a doppio senso, in cui chiunque potrà intervenire per consigliarci e/o criticarci.

Buon lavoro... e cerchiamo di renderlo piacevole a 360°.